Se anche tu sei la classica donna ginoide, o se per lo meno anche tu detesti la famosa culotte che si deposita sotto e al lato dei glutei, leggi bene quello che sto per dirti e scopriamo insieme come contribuire da casa a contrastarla.

Tendenzialmente l’abito ginoide caratterizza la maggior parte delle donne perché è la zona del corpo in cui si trovano in massima parte i recettori ormonali e perché la natura ha voluto che fosse la donna a portare in grembo un bimbo, pertanto l’adipe sulle culotte non serve solo a sostegno del bacino durante la gravidanza, ma anche come riserva energetica nella stessa. Detto questo analizziamo le sue caratteristiche:

  • predominanza del grasso al di sotto dell’ombelico;
  • aumento della struttura ossea del bacino rispetto alle spalle;
  • tendenza a bruciare poco grasso (in queste zone), proprio perché il corpo mette a disposizione questo grasso solo durante la gravidanza. Quindi dopo la menopausa sparisce? Per la maggior parte si, ma stai serena che te lo ritroverai sull’addome se non adotterai uno stile di vita rispettoso di te stessa.

Nella famiglia delle ginoidi possiamo poi classificare altri sottotipi:

il venoso, l’arterioso e l’ormonale.

Ma senza entrare troppo nel tecnico ti basti sapere che in tutti e tre i casi per poter lavorare efficacemente sulla componente adiposa delle gambe, così come sulla tonificazione, è indispensabile lavorare prima sul ripristino del microcircolo! Se non leviamo l’eccesso di acqua e portiamo sangue ai tessuti, quindi calore e nutrimento, sarà impossibile lavorare sui noduli adiposi che, anche col digiuno, rimarranno lì: freddi e incollati sulle tue culotte! Senz’altro l’effetto termogenico dell’alimentazione è importante, ma non basta affatto!

Ecco allora che diventano importanti i trattamenti!

Nella costruzione del tuo percorso personalizzato con il Metodo RN prendiamo in considerazione questo come tanti altri aspetti.

Verranno predisposte delle sequenze di trattamenti che tengono conto dell’abito ginoide. La consulenza personalizzata , il primo passo del metodo, serve proprio a questo, ad analizzare tutti i fattori necessari per costruire il percorso più risolutivo possibile, e quindi:

  1. morfologia;
  2. fattori anagrafici;
  3. background personale;
  4. inestetismo specifico;
  5. fattori tissutali;
  6. e…..molto altro.

Quindi una sequenza corretta di trattamenti funzionali per te per la tua persona, per il tuo corpo aiuta il lavoro sull’abito ginoide.

Ma ricorda: il corpo vuole continuità!

Cosa intendo dire?

Che non basta.

Avresti mai pensato di sposare tuo marito se ti avesse giurato amore eterno solo una tantum?

Credo di no, e il corpo fa lo stesso. Mica scemo….anche lui vuole amore eterno!

Uno dei mezzi per garantirgli continuità è l’autocura domiciliare, uno dei pilastri, dei fondamenti specifici del metodo RN.

Il lavoro svolto in istituto, deve infatti necessariamente trovare un prezioso alleato anche a casa.

I prodotti specifici del metodo RN sono quel prezioso alleato.

Perchè?

  1. Vengono impostati sulla base del tuo percorso specifico, sono quindi funzionali agli obiettivi che vuoi raggiungere, un vero e proprio acceleratore di risultato.
  2. Si basano sui principi attivi e sulle frequenze dei prodotti utilizzati in istituto durante i tuoi trattamenti del percorso.
  3. Continuano anche a casa il lavoro svolto in istituto. In sostanza lavorano per te mentre dormi, mentre sei sul divano, mentre ti occupi delle faccende domestiche
  4. Preparano il tessuto al successivo trattamento da svolgere in istituto, aumentando l’efficacia del trattamento stesso.

La sinergia siero + crema è l’accoppiata vincente per dare al corpo un pool di attivi tale che le tue cellule, al loro arrivo, non potranno che rispondere e attivare una cascata di meccanismi vitali e riparatori. Tutti i prodotti RN sono frutto di una filosofia rispettosa del corpo umano, del suo equilibrio, della sua naturalità e della sua armonia; pertanto sono privi di qualsiasi sostanza chimica alterante l’equilibrio endocrino e l’integrità della cute, ottenuti solo da principi attivi presenti in natura a cui le cellule sono capaci di rispondere efficacemente. Attenzione però: rispondono efficacemente se utilizzate costantemente. E’ la continuità di un’informazione che porta a un cambiamento, non un evento sporadico!

Ti rivelo ora un piccolo trucco sleale per migliorare l’efficacia dei prodotti

La spazzola….. Lei sì che ti permette in completa autonomia di riattivare la circolazione linfatica e sanguigna, di drenare, di portare ossigeno ai tessuti, di riattivare la comunicazione elettrica nella rete nervosa sottocutanea, di stimolare il connettivo etc etc etc…Passala sempre PRIMA di applicare i prodotti su tutto il corpo poi concentrati sulle zone critiche e scalda bene il tessuto! Ora il connettivo è pronto per rispondere a qualsiasi stimolo che gli dai: approfitta di questo momento per applicare il tuo siero e subito dopo la tua crema specifica.

Per saperne di più su questa strepitosa pratica leggi l’articolo specifico che ho scritto qualche giorno fa, lo trovi qui:

Non dimenticarti dello sport eh! L’effetto termogenico viene anche da qui, oltre al fatto che un allenamento mirato e opportunamente studiato tonificando tutte le parti del corpo, comprese le gambe, contribuirà a tirare sù anche quegli odiosi cuscinetti migliorando notevolmente l’effetto ottico.

BUON LAVORO E A PRESTO!!!

Nardi Benessere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

abito-ginoide

Vuoi sapere di più sui nostri trattamenti?

Lascia i tuoi dati per parlare con una beauty specialist

Torna su